San Valentino 2017 !!!keto Cena romantica a due! ❤

20170214_082407.png

Antipasto con cestino di parmigiano ripieno di porcini.
img-20170214-wa0004.jpg

Primo: cannelloni di uova ripieni di ricotta senza lattosio e spinaci. Condire con panna senza lattosio e parmigiano.
img-20170214-wa0001.jpg

Secondo: salmone al limone e pepe rosa al forno.
Uova a cuore!
20170214_120104.png

20170214_120145.png

Dolce: cioccolatini a cuoricino di cioccolato fondente 99% ripieni di burro di arachidi.
20170214_120449.png

Buona cena a tutti! ❤❤❤

KETO MOJITO! Nostalgia d’Estate.

Chiudete gli occhi, fuori fa freddo ma voi siete alle Maldive!
Voglia d’Estate? MOJITO!!!
Dosi per 2:
70 gr di lamponi e more
Foglie di menta fresca
4 cucchiai di succo di lime
120 ml di rum
4 cucchiai di eritritolo
Acqua frizzante
Ghiaccio

20170109_181222

Mescolare tutti gli ingredienti e spingere con il cucchiaio per far uscire gli aromi. Aggiungere l’acqua e il ghiaccio, guarnire con fantasia.

Chetogenesi Estiva!!!

estate7.jpg


Estate. Che periodo fantastico l’estate. Vai al mare, ti ustioni, guarisci, ti ustioni di nuovo… Solo verso fine stagione realizzi che era il caso di mettere la protezione, e finisce che pari un cordon bleau tra crema e sabbia… Chi non ama l’estate? Io, per dirne uno. Ma dobbiamo sopravviverle comunque. E di questo parliamo oggi: come sopravvivere all’estate tenendo la nostra amata cheto. Che poi è un articolo appendice di come vivere, in cheto. Che a sua volta è un articolo appendice dell’ alimentaz…….

1)Per le proteine come faccio?

Per esperienza, portare un barattolo con un chilo di polvere bianca in aereo non è mai una buona idea. Specie se hai un barboncino in calore a casa e il pastore tedesco di turno decide che le tue gambe siano particolarmente attraenti. Potrebbe non finire bene. Per evitare ciò, lasciate le polveri a casa e datevi ad una integrazione totalmente alimentare. Due settimane a sola carne/pesce non vi uccideranno. Ho sentito anche dire che in tempi antichi mangiavano così! Barbari!

2)Mi manca il cocomero!

Sei appena tornato a casa e fanno più o meno 72 gradi all’ombra. Fa caldo, molto, e il fatto che tu ti possa mimetizzare tra le cipolle di Tropea non aiuta minimamente. Ma c’è il trucco: prendi un cetriolo, taglialo a listelli e mettilo in frigo in una bacinella d’acqua per un paio d’ore. Magari con un pizzico di sale e pochissimo limone. Problema risolto! E si integrano pure i sali

3) Tutti vanno a fare l’Happy Hour e io sono più triste di un salice piangente a lutto.

Ti capisco, mi è capitato. Tutti hanno il loro bel Mojito davanti e io mi trovo a chiedere una boccetta d’acqua. Liscia, che mi danno fastidio le bollicine nel naso. Non è un problema. Primo, perché i distillati (rum, tequila ecc) sono senza carboidrati, secondo perché l’alcool non è la soluzione. Almeno dicono. Ma comunque rum e Coca Zero non sono niente male, ottimo sostituto del Cuba Libre! E sto sperimentando un Malibù Cola con il bolero alla mandorla. vi terrò aggiornati, ad oggi fa schifo!
Disclaimer: declino la responsabilità dalle azioni derivanti dalla smodata assunzione di sostanze alcoliche. Soprattutto se dilazionate di nove mesi!

4) Si ma io voglio il ghiacciolo! Mammaaaaaaaaa! Mi levi gli zuccheri dal liuk?

Non si può fare, ho già provato. Li puoi minacciare, puoi mandare una delegazione di ambasciatori. Puoi assumere Kevin Spacey e Samuel L. Jackson come negoziatori, ma non funzionerà. Gli zuccheri non se ne vanno dal ghiacciolo. Ma si possono fare i ghiaccioli senza zuccheri! Semplici e geniali, proprio in quanto semplici. Si prende una bustina di bolero, la si diluisce in mezzo litro d’acqua ed ecco un ghiacciolo stracarico di sapore e zuccheri zero. E la cosa bella è che ci sono milioni di gusti, dal classico arancio o menta a un più sofisticato tamarindo con retrogusto di scorza di limone e spolverata di vongole veraci (è ancora in prova…). Geniale, no?

5) Mi manca il caffè salentino.

Questa è molto personale, non so se la condividerete, ma vale la pena parlarne. In Salento è credenza che il caffè freddo sia una sola. Cosa che effettivamente è, di solito. Sono i primi caffè della giornata, il riscaldamento della macchina. Tranne che in un certo bar di Segni, lì è buono (;P). Per risolvere il problema, si fa un espresso in bicchiere, con due cubetti di ghiaccio, e al posto dello zucchero si mette il latte di mandorla. Ho visto personalmente tre angeli entrare in un bar, chiederlo e uscirne commossi. E poco dopo mi si è aperto un mondo: fanno il latte di mandorla senza zucchero!!! Altro che i ghiaccioli, loro si che stanno avanti! Provate e poi mi direte!

6) Torniamo seri

Lo so, non è giusto e nessuno lo vuole, ma bisogna farlo. Tocca essere seri per un momento. Ogni cambiamento mette paura, e probabilmente i consigli di sopra aiuteranno, ma l’unico reale è questo. Non servono gradi stratagemmi per dire di no e non sgarrare, né in estate né in inverno. Basta solo che vi ricordiate perché avete iniziato la dieta, che benefici avete ottenuto e quanto bene è nato da quel dire di no ad un piatto di pasta. Tutto il resto è aria fritta. Finora ce l’avete fatta, continuate così! Che poi, quando scendete in spiaggia, i risultati si vedono! Siete dovute andare a ripescare il bikini che mettevate al liceo, lo so, e vi sta meglio di prima! Anche a me sta meglio di prima! E sono uomo… Per dire!

GW